Archivia per agosto, 2013

INSUFFICIENZA VENOSA : ESERCIZI UTILI( GINNASTICA FLEBOLOGICA )

Scritto da Orsolini on . Postato in BLOG

8 ESERCIZI UTILI PER L’INSUFFICIENZA VENOSA

GINNASTICA FLEBOLOGICA

esercizi 1

1 – Movimento della pedalata : consiste nel muovere le gambe in modo rotatorio ( come per pedalare) in 1/2  ripetizioni da 15/20 pedalate.

esercizi 2

2 – Incrociare e sovrapporre le gambe con movimento a forbice. 1/2 ripetizioni per 15/20 movimenti.

esercizi 3

3 – Muovere le gambe e le punte dei piedi facendo dei piccoli movimenti circolari. 1/2 ripetizioni per 10 movimenti.

esercizi 4

4 – Muovere leggermente le dita dei piedi mantenendo le gambe sollevate ed estese. 1/2 ripetizioni per 20 movimenti di flesso/estensione delle dita.

esercizi 5

5 – Camminare sui talloni. eseguire 1/2 ripetizioni da 20 passi.

esercizi 6

6 – Sollevarsi sulle punte dei piedi. 1/2 ripetizioni da 20 sollevamenti.

esercizi 7

7 – Dondolarsi dalle dita del piede al tallone.1/2 ripetizioni da 15 .

esercizi 8

8 – Affiancare ed allontanare le dita dei piedi. 1/2 ripetizioni da 15.

CONSIGLI PRATICI PER L’INSUFFICIENZA VENOSA DEGLI ARTI INFERIORI

Scritto da Orsolini on . Postato in BLOG

8 CONSIGLI UTILI PER CHI SOFFRE DI INSUFFICIENZA VENOSA DEGLI ARTI INFERIORI.

consigli 1

1 – Evitare l’ortostatismo protratto  , in particolare non stirare in piedi per molto tempo ed evitare di rimanere seduti a lungo.

consigli 2

2 – Evitare la vita sedentaria e praticare attività fisica regolare ( la migliore risulta sicuramente la camminata ).

consigli 3

3 – Mantenere sotto controllo il peso corporeo.

consigli 4

4 – Ridurre l’esposizione al calore. Evitare bagni caldi , esposizione al sole nelle di punta , fanghi terapeutici ecc…)

consigli 5

5 – Evitare abiti molto stretti , che possano condizionare la normale circolazione venosa.

consigli 6

6 – Indossare calzature con tacchi di 3 o 4 cm. Sia le scarpe troppo basse che un tacco eccessivamente alto influiscono negativamente sulla circolazione.

consigli 8

7 – Eseguire sempre un ecocolordoppler all’inizio dell’Estate e seguire i consigli specifici e le prescrizioni che darà il medico.

consigli 7

8 – Porre particolare attenzione a situazioni a rischio ( immobilizzazioni , traumi , interventi chirurgici , viaggi in auto o in aereo , assunzione di estro progestinici ) e consultare il medico sul modo migliore di affrontarle.

SONDAGGIO N.3: VISITA CARDIOLOGICA

Scritto da Orsolini on . Postato in SONDAGGI

Questo sondaggio è concluso!
Sondaggio iniziato il 11/08/2013 00:00:01
e terminato il 31/08/2013 23:59:59
Risultati:
QUANTE VOLTE ESEGUE UNA VISITA PER VALUTARE LO STATO CARDIOCIRCOLATORIO?


IN PRESENZA DI PATOLOGIE SPECIFICHE O DI EREDITARIETA’ PER MALATTIE CARDIOVASCOLARI E’ UTILE SOTTOPORSI A UN CONTROLLO CADIOLOGICO O ECOCOLORDOPPLER VASCOLARE ALMENO UNA VOLTA L’ANNO. NEI RESTANTI CASI E’ BUONA NORMA ESEGUIRE UNA VISITA SPECIALISTICA CON ECOCOLORDOPPLER VASCOLARI DOPO IL 25° ANNO DI ETA’ E DA QUI IMPOSTARE DEI CONTROLLI PERIODICI CON SCADENZA IN RELAZIONE AI VARI CASI.

TIPMEDIX.com

  • www.tipmedix.com
  • FILMATI
  • CASI CLINICI
  • PATOLOGIE