GINECOMASTIA

 

chirurgia plastica orsolini merate

ginecomastia

DEFINIZIONE: Per ginecomastia s’intende la presenza della salienza mammaria in un maschio. Tale situazione può presentarsi con diversi gradi di gravità ed è divisa in due gruppi: la ginecomastia vera e la pseudo-ginecomastia o ginecomastia falsa. Nel primo caso è caratterizzata dalla presenza di ghiandola, nel secondo di tessuto adiposo.

EZIOLOGIA: colpisce i maschi dall’età dello sviluppo in poi. La causa può essere ormonale (eccesso di ormoni femminili), farmacologica (esistono farmaci che la favoriscono) o idiopatica (predisposizione personale). E’ comunque favorita dall’aumento di peso. Per le motivazioni sopradescritte è sempre bene indagare l’assetto ormonale dei pazienti.

SINTOMATOLOGIA: generalmente è asintomatica ma in alcuni casi si possono avere dolori alla parte (mastodinie).

DIAGNOSI: La diagnosi è clinica (Visita Specialistica), ma bisogna integrare con un’ecografia (per capire quanta ghiandola è presente e se ci sono problemi a carico di questa componente) e, in caso di ginecomastia vera, inviare dall’endocrinologo.

TRATTAMENTO: Il trattamento è essenzialmente chirurgico mediante liposuzione, se la componente ghiandolare è minima, alla quale si aggiunge un’asportazione con incisione periareolare se invece bisogna asportare anche la ghiandola.

COMPLICAZIONI: in mani esperte le complicazioni di questo intervento sono praticamente nulle e riguardano un eventuale sanguinamento postoperatorio che viene facilmente controllato con una semplice revisione chirurgica.

INTERVENTO CHIRURGICO DI GINECOMASTIA

Indicazioni all’intervento

L’indicazione all’intervento c’è tanto più la mammella è rappresentata e crea un notevole disagio psicologico: problemi nel vestirsi e a restare a busto scoperto (palestra, mare). Inoltre esiste la possibilità di degenerazione della ghiandola e pertanto l’indicazione all’asportazione è preventiva.

Risultati

L’obiettivo dell’intervento è raggiungere quanto prefissato nella visita ridando un profilo maschile corretto. Non ci si potrà esporre al sole o effettuare lampade abbronzanti per almeno 30/ gg.

L’intervento

Si esegue in anestesia generale e dura ca 60 minuti. Se viene effettuato con la sola liposuzione vengono praticate 2 minime incisioni, lateralmente (0,5 cm), dalle quali si potrà accedere con una speciale cannula per aspirare il tessuto in eccesso. Se bisogna eseguire anche la mastectomia (ovvero l’asportazione del tessuto ghiandolare) si effettuerà in aggiunta un’incisione periareolare dalla quale riusciremo ad eliminare la ghiandola. In casi molto importanti si arriva addirittura a dover eseguire anche incisioni verticali (dall’areola al solco) poiché il tessuto da eliminare lascia troppa cute che non potrà retrarre. In realtà questi casi sono veramente rari poiché preferiamo eseguire l’intervento in 2-3 sedute al fine di dare la possibilità alla cute di retrarre da sola.

Conclusioni relative all’intervento

  • Durata intervento:                     60 min
  • Tipo di anestesia:                      generale
  • Medicazioni:                             4
  • Tempo di degenza:                   24h ore
  • Ripresa delle normali attività:  8/10 gg.

ginecomastia

TIPMEDIX.com

  • www.tipmedix.com
  • FILMATI
  • CASI CLINICI
  • PATOLOGIE